Home / Articoli / Bomboniere gastronomiche







Spessissimo quando regaliamo una bomboniera o un segnaposto la scegliamo facendoci guidare dal nostro gusto personale piu’ che pensare alla fine all’utilizzo finale. Cosi’ accade che bellissime (per noi) bomboniere pagate anche fior di quattrini finiscano inesorabilmente in qualche cassetto se non peggio.

 

Per correre ai ripari da questo sgradito epilogo si e’ diffusa negli ultimi anni la moda, anche complice la nostra tradizione culinaria, di regalare bomboniere contenenti prodotti tipici locali o comunque prodotti gourmet di vario tipo.

 

Le tipologie sono varie e per tutte le tasche, vediamone alcune:

 

Bottiglie di vino e alcolici:

 


 

Il mercato di nicchia di questa tipologia di bomboniere enogastronomiche e’ ugualmente divisa fra piccole bottiglie di vino rosso o bianco oppure Champagne o vini liquorosi e mini bottiglie di liquori ad altra gradazione quali grappe e distillati vari. Tutte queste comunque rigorosamente di origine locale.

 

Molti viticoltori e cantine si sono organizzate  notando la crescente domanda di questa  tipologia di prodotto mettendo a disposizione confezioni o bottiglie fatte ad hoc e magari anche attraverso un’etichettatura personalizzata. Se questo non dovesse essere possibile potete concordare solo la fornitura del vino o del liquore per poi procedere autonomamente al confezionamento e all’etichettatura.

 

Spezie:

 

Le bomboniere che raccolgono spezie si sono diffuse soprattutto anche grazie alla scoperta (o riscoperta) dell’uso di spezie in cucina. Possiamo quindi trovare Bomboniere con pregiatissimo Zafferano (magari lo Zafferano di Sardegna DOP) oppure mix di spezie varie sia Mediterranee sia Esotiche.

 

Per quanto riguarda la tipologia di contenitori qui la fantasia non ha limite: piccoli contenitori classici con tappo di sughero, provette in pirex oppure contenitori con dosatore… il tutto magari abbellito da un’etichetta personalizzata con il nome degli sposi e la data dell’evento.

 

Marmellate, confetture e Miele:

 

Chi non ama una buona marmellata o un  cucchiaio di profumato e dolcissimo miele? Ecco quindi che fra le bomboniere gastronomiche si sono affacciati anche questi due prodotti con grande successo. Queste devono essere preferibilmente di produzione locale, magari di prodotti meno comuni come la confettura di pesche e petali di rosa, la marmellata di mandarini e datteri, marmellata di Kiwi e zenzero oppure mieli come quello di Lavanda, di Corbezzolo e di Abete Rosso.

 

Qualunque si la scelta ci raccomandiamo di controllare la data di scadenza che non deve essere molto ravvicinata (anche se il miele ad esempio non ha virtualmente una data di scadenza).

 

Cioccolata:

 

Sia per grandi che per piccini la cioccolata e’ una leccornia per tutti. Puo’ essere regalata sia in blocchi (o tocchi tagliati magari artigianalmente) sia in comodi vasetti di crema spalmabile. Ovviamente, come nei casi precedenti, ha senso utilizzare questo tipo di bomboniera solo con l’uso di cioccolato lavorato artigianalmente e non quello industriale.

 

Olio d’oliva:

 

L’Italia, assieme ad altri paesi che si affacciano sul Mediterraneo ha una tradizione olearia secolare che ne fa uno fra i primi produttori. Perche’ allora non regalare dell’olio? Magari qualcosa di particolare (e costoso) come l’Olio di Brisighella, l’olio del Garda oppure selezioni di olio molisano DOP.

 

Da non scartare anche l’idea di regalare delle bottigliette di olio aromatizzato da usare in particolari occasioni come l’olio tartufato (con tartufo vero!), l’olio agli agrumi e sedano, l’olio all’arancia oppure l’olio al ginepro. Se chiedete a dei produttori locali che curano particolarmente la qualita’ dell’olio vi sapranno quasi sicuramente fornire anche delle confezioni adatte.

 

Aceto Balsamico:

 

Questo particolare condimento (anche se chiamarlo tale e’ estremamente riduttivo!) e’ un prodotto italiano indiscusso a livello mondiale. Di sicuro quindi i vostri invitati gradiranno una boccetta di Aceto Balsamico invecchiato e vi penseranno ogni volta che quelle preziose gocce toccheranno le loro papille gustative.

 

Consigliamo di orientarsi verso produttori noti e magari di piccole dimensioni e su qualita’ tradizionali con invecchiamento di almeno 10-15 anni. Il prezzo non e’ economico: per una bomboniera con boccetta da 100ml di Aceto Balsamico di Modena Riserva invecchiato 50 anni si puo’ arrivare a spendere anche 250 euro!

 

 


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Bomboniere gastronomiche" con un voto: 
Una stellaDue StelleTre StelleQuattro StelleCinque stelle