Home / Articoli / Le regole del bon ton per le bomboniere matrimonio







La bomboniera rappresenta un ricordo del giorno piu’ bello ed un ringraziamento per gli ospiti e per coloro che hanno omaggiato gli sposi di un dono. Che abbiate scelto degli oggetti di lusso, delle bomboniere matrimonio originali e moderne, o delle bomboniere solidali, per dare il giusto tono al regalo che farete agli ospiti e fare felici tutti quelli che vi saranno vicini nel vostro giorno più bello, è importante seguire alcune regole che eviteranno imbarazzi e renderanno la giornata più semplice e piacevole.

Il galateo non permette la consegna delle bomboniere matrimonio prima del ricevimento il gesto perderebbe il suo significato e sembrerebbe voler sollecitare un dono; anzi, secondo il bon-ton, le bomboniere andrebbero date o inviate entro i successivi 20 giorni al matrimonio.

Oggi, però, più comodamente, gli sposi, le consegnano durante i saluti alla fine del ricevimento: una bomboniera per nucleo familiare o per coppia di fidanzati.

 

Ai testimoni va regalata una bomboniera diversa e più preziosa, mentre per coloro i quali non sono intervenuti o non hanno fatto alcun regalo sarà sufficiente il sacchettino con i confetti.

 

A quelli che non sono intervenuti alla cerimonia, le bomboniere andrebbero spedite entro una decina di giorni, o consegnate al ritorno dal viaggio di nozze. Nelle confezioni vanno inseriti i confetti, in numero dispari perché segno di indivisibilità. Insieme ai confetti va inserito un bigliettino con i nomi degli sposi (prima quello della sposa, mai i cognomi) e la data del matrimonio della stessa carta e con lo stesso tipo di stampa degli altri oggetti del corredo, anche se, volendo, potrebbero avere uno stile differente poiché consegnati a parte.

 


 

Il galateo non vuole le bomboniere con la scritta “ringraziano”: il bon ton consiglia di spedire il classico biglietto di ringraziamento a parte. Al ritorno dal viaggio di nozze, si spedisce un biglietto di ringraziamento a tutti coloro i quali hanno partecipato o hanno inviato regali. Questo è l’ultimo atto del matrimonio, perciò va fatto con particolare cura poiché viene considerato una sorta di firma che, se ben fatta, chiude in bellezza la parte pubblica del matrimonio.

I ringraziamenti, da inviare via posta, sono da considerarsi i biglietti da visita della famiglia, per questo motivo dovrebbero essere stampati solo con i nomi dei coniugi (Carlo e Lina Rossi) senza titoli (Dott. Ing.) con o senza indirizzo e numero di telefono, sicuramente con molto spazio per scrivere una frase. Questa breve frase, rigorosamente scritta a mano, conterrà un chiaro riferimento alla partecipazione dell’ospite alla cerimonia o un riferimento esplicito al regalo fatto alla coppia. Per tradizione questo compito è delle spose anche perché solitamente hanno una grafia migliore rispetto a quella degli uomini.


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Le regole del bon ton per le bomboniere matrimonio" con un voto: 
Una stellaDue StelleTre StelleQuattro StelleCinque stelle